Ancelotti: “Da piccolo tifavo Inter. Domani vogliamo iniziare bene la nostra Champions”

Carlo Ancelotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Inter – Real Madrid.

Ecco le sue parole:

Come sta la squadra?

“La squadra sta bene, credo che abbiamo giocato bene col Celta ma domani è un’altra storia: sarà una partita complicata. La Champions è una competizione che dà tanto al madridismo. L’Inter ha una struttura simile a quella della passata stagione e ha nuovi stimoli per il nuovo allenatore; ci piacerebbe vincere e controllare la gara. Vogliamo cominciare bene”.

Che ricordi hai della Decima?

“Per me la Champions è sempre qualcosa di speciale, l’ho vinta due volte da giocatore e altre da allenatore, ricordo con affetto specialmente la Decima”.

Che differenze ci sono tra l’Inter di Conte e quella di Inzaghi?

“I nuovi stimoli arrivano quando arriva un nuovo allenatore che ha nuovi metodi di lavoro. L’Inter ha perso giocatori importanti, ma ne ha presi altrettanti importanti. Giocano bene, sono in un buon momento come si è visto nelle partite di campionato. Sarà una gara aperta, speriamo di essere competitivi”.

Il Real è il favorito in Champions? Quante squadre gli sono superiori?

“E’ difficile dirlo prima, sicuramente posso dire che competeremo come sempre. L’idea è quella di fare il massimo perché sappiamo quanto sia speciale questa competizione”.

Marcelo non è tra i convocati: ha avuto qualche infortunio? E Bale?

“Si era allenato bene, avrebbe potuto anche giocare, ma alla fine della seduta ha avuto un piccolo fastidio. Bale ha avuto un infortunio nell’allenamento del Bernabeu, starà fuori qualche giorno”.

Alaba è tornato tra i convocati: è un’opzione per domani? E come sta Modric?

“Alaba si è allenato a parte, oggi si allenerà in gruppo e poi valuteremo: sta bene e può giocare. Modric riposerà fino domani alle 8 e mezza”.

C’è meno pressione nel giocare la Champions in questo momento storico?

“No, c’è un ambiente diverso, ma la Champions è sempre speciale. Non a caso qui ne abbiamo vinte 13, c’è lo stesso feeling che sentivo nella mia prima tappa qua”.

Che sensazioni provi a tornare nel tuo vecchio stadio, proprio contro l’Inter?  Ma è vero che eri tifoso nerazzurro da piccolo?

“Ero tifoso dell’Inter, poi ho cambiato per varie ragioni. Ho fatto anche un provino, poi sono andato alla Roma. L’Inter mi ha sempre creato simpatia, quando ero al Milan l’ho sempre affrontata con rispetto”.

Luigi Mazziotti

Sono Luigi Mazziotti e sono un laureato in Scienze della Comunicazione. Da sempre sono appassionato di calcio e di telecronache, tanto che fin da bambino, toglievo l'audio ai videogame per fare io la telecronaca. Da sempre ligio al lavoro sogno che la mia passione diventi il mio lavoro

Read Previous

Inter-Real, probabili formazioni: Bastoni ci prova, Darmian in vantaggio su Dumfries

Read Next

Infortunio Bastoni, le Ultime Notizie: quando recupera?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *