Crescita Inter: i giocatori valorizzati da Conte

In questo anno e mezzo di Conte, sono stati diversi i giocatori valorizzati dal tecnico pugliese, la crescita porta soprattutto 3 nomi, vale a dire: Barella, Bastoni e Lautaro. Andiamo a ripercorrere la loro avventura nerazzurra in questo periodo.

Anche se in sede di mercato, Conte ha voluto espressamente giocatori di esperienza, per dare alla squadra un upgrade, i giocatori con cui il tecnico hanno visto le loro quotazioni salire sono i giovani. Lautaro Martinez si trovava già presente in rosa con Spalletti, la crescita ulteriore di un anno ed il nuovo modulo a 2 punte, ha portato l’argentino a vedere crescere il proprio rendimento, anche se in zona gol tende qualche volta a sprecare clamorose occasioni.

Suo coetaneo è Nicolò Barella, il centrocampista cagliaritano è ormai diventato una certezza nel centrocampo nerazzuro ed in quello della Nazionale, nell’estate 2018 l’Inter sborsò una cifra importante per il suo acquisto, ma il suo rendimento è ormai da fuoriclasse e la fascia da capitano lo attende per il prossimo futuro. Alessandro Bastoni ha due anni in meno, preso dall’Atalanta sin da giovanissimo, dopo l’esperienza in prestito al Parma, sul difensore cremonese ha puntato sin da subito, Antonio Conte, diventando in pianta stabile, un titolare fisso della retroguardia nerazzurra.

Chi invece era stato valorizzato da Spalletti, vale a dire Skriniar, nella prima stagione contiana ha avuto problemi nella nuova difesa a 3, ma in quella attuale lo slovacco sta tornando ad essere quello di prima, mentre si spera di ritrovare Sensi, il quale prima dell’infortunio era diventato giocatore importante per i nerazzurri. Un futuro da protagonista attende invece Hakimi, il terzino marocchino è stato fortemente voluto da Conte e non sta di certo tradendo le attese. I giovani, insieme ai giocatori nel pieno della carriera, come de Vrij, Brozovic e Lukaku, rappresentano la base con cui costruire l’Inter a medio termine.

Giorgio Azzarelli

Nato a Ragusa il 17 settembre 1987, cresciuto a Pozzallo, laureato in Economia Aziendale. Grande appassionato di sport e di imprese sportive, proprio per questo motivo decido di volerle raccontare. Da sempre tifoso dell'Inter, una passione mai retrocessa, esattamente come la storia della squadra nerazzurra.

Read Previous

INTER-LAZIO, probabili formazioni: out Vidal, davanti Lukaku più Lautaro

Read Next

Inter-Lazio, dove seguire la partita in tv e non solo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *