Lu-La, ora Conte ha bisogno di te. Ci aspettano Lazio, Milan e Genoa

Lu-La, Conte ha bisogno di te. Ci aspettano Lazio, Milan e Genoa. A questo tris terribile di appuntamenti servono gli attaccanti

 

Adesso all’Inter non rimane che lottare per lo scudetto.

Già le prossime partite saranno un mini tour de force da paura, tre sfide da non fallire.

Questa domenica la squadra di Conte affronterà una Lazio che si è ripresa alla grande.
Poi sarà la volta del derby di ritorno contro il Milan capolista. Qui non bisogna assolutamente regalare il primo tempo come all’andata.
Il terzo difficile scontro consecutivo è contro un Genoa rinato. I liguri sono reduci da tre partite consecutive.

Ora che Conte può concentrarsi esclusivamente sul campionato, a maggior ragione serve una squadra ben preparata, che certamente deve difendere, ma anche concretizzare.
Proprio quest’ultimo punto è il maggiore tallone d’achille dei nerazzurri. Considerando, però, che quello della Beneamata è il miglior attacco del campionato, non bisogna fare del problema una tragedia.

In conclusione mi verrebbe da dire, appunto: “Lu-La, ora Conte ha bisogno di te. Ci aspettano Lazio, Milan e Genoa. A questi appuntamenti servono gli attaccanti”. Questa urgenza è ancor più marcata finché rimane la questione della Lukaku-dipendenza.

La Lu-La deve tornare quella di un tempo. E soprattutto, pensando a Lautaro, vediamo di non sbagliare a porta vuota.

Ci stiamo abituando fin troppo a prestazioni non convincenti da parte di chi per mestiere è chiamato a finalizzare in porta.
Purtroppo quando mancano le punte diventa quasi inutile dominare il gioco, anche se per tutta la partita.

 

Lu-La, abbiamo bisogno di te! Se ci sei batti un colpo.

 

Leggi anche:

Vidal stringe i denti, con la Lazio vuole esserci: le condizioni del cileno

Agnelli Conte, Moratti: “Mai mandato a quel paese un tecnico della Juve”

Suning, non solo l’Inter in difficoltà: attacchi pesanti dallo Jiangsu

Inter, Antonio Conte rifiuta il Tapiro d’oro [Video]

Paolo Borrelli

Sono nato a Milano il 24/01/1991 e vivo a San Vito, piccola frazione del Comune di Gaggiano, nel sud ovest dell’hinterland milanese. Sono Laureato in Scienze dei Beni Culturali e in Storia dell’Arte. Essendo appassionato di cultura a 360°, non tralascio ovviamente il calcio, che seguo fin dalla tenera età. Tifo inter dalla stagione 1997/1998, colpito dalle magie di Ronaldo “Il Fenomeno”. Il mio colore preferito è il blu.

Read Previous

Chi ha investito di più in Europa? La classifica: Inter 5^

Read Next

Hakimi contro Lazzari, due esterni che viaggiano ad alti ritmi : chi la spunterà?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *