Vidal e Barella Out, ma l’Inter ci deve credere

Vigilia davvero sfortunata per i nerazzurri di Antonio Conte. Vidal e Barella non saranno della partita di domani sera tra Inter e Shakhtar Donetks, partita che per il Biscione vale un’intera stagione. Ma basta pessimismi, basta polemiche che hanno francamente stufato, i nerazzurri sono superiori di 10 spanne e ci devono credere.

Centrocampo totalmente da rifare per Antonio Conte, che per la sfida di domani sera con lo Shakhtar Donetsk dovrà reinventarsi il centrocampo. Neanche il tempo di trovare la quadra, infatti, che si dovrà fare a meno sia di Vidal che di Barella: gran problema per l’Inter. 

A questo punto i sicuri del posto saranno solamente Brozovic e Gagliardini, con un ballottaggio tra Eriksen e Sensi che probabilmente vincerà il danese. Che paradosso che la partita più importante dell’anno la giochi dall’inizio un giocatore umiliato e con le valigie pronte. Ma in fin dei conti il calcio è bello anche perchè ci regala queste storie.

E allora basta pessimismi, basta polemiche di sorta. I nerazzurri devono concentrarsi esclusivamente sul campo, su una partita che si vivrà sulla via dell’entusiasmo più che la tattica. Perchè diciamocelo chiaramente, l’Inter è 10 spanne sopra rispetto allo Shakhtar Donetsk, sia livello di uomini che di tattica.

Va bene, in questa Champions League gli ucraini sono stati in gradi di battere per ben due volte il Real Madrid, ma si tratta di una stagione molto particolare, in cui molte squadre stanno attuando una rivoluzione interna e non sono sicuramente paragonabili in se confrontate con gli anni scorsi. Guardando in modo oggettivo la cosa, esiste un abisso tra le squadre italiane e quelle ucraine. Prendiamo ad esempio la sfida della scorsa giornata di Champions tra Juventus e Dinamo Kiev. Una delle più brutte Juventus del decennio ha schiantato senza difficoltà la Dinamo, non giocando sicuramente bene.

Esiste così tanta differenza in questo momento tra Inter e Juve? A livello di uomini noi non crediamo proprio. Togliendo CR7 che del giocatore umano ha poco (assieme a Messi) tutti gli altri sono più o meno paragonabili. E dunque se ci è riuscita la Juventus, perchè non è possibile per l’Inter? Un’Inter che, rispetto ai bianconeri può vantare una continuità tecnica rispetto alla scorsa stagione. Con un Lukaku in super forma, un Brozovic sveglio e consapevole di essere in campo e uno Skriniar finalmente tornato padrone della difesa tutto è possibile.

Inoltre bisogna parlare chiaro una volta ogni tanto. L’Inter è una super squadra, una delle Top europee (polemiche a parte). Se si vuole arrivare a compiere quell’ultimo step che permetterebbe ai nerazzurri di tornare finalmente nell’élite mondiale, queste partite bisogna portarle a casa passeggiando. Perchè nonostante il periodo, far passare questo match come una sfida insormontabile non fa bene al morale. Il periodo che sta attraversando la squadra è positivo dopo un inizio difficile, e questa sfida va vissuta come la consacrazione definitiva di una squadra a cui, per raggiungere l’apice, manca davvero pochissimo.

Quindi basta polemiche. Basta pessimismo. Basta critiche. Tutti si remi nella stessa direzione e tutti si tifi all’unisono come solo il popolo nerazzurro sa fare. 

Se si arriva tutti uniti alla partita, lo Shakhtar Donetsk se lo si mangia a colazione.

Forza Inter!

Luca Reverberi

Laureato Magistrale in Editoria alla Statale di Milano, sogno di diventare un giornalista sportivo e un cronista di viaggio per pubblicazioni periodiche, e per questo ho deciso di intraprendere questa nuova avventura coi ragazzi di Fcinterpress.com. La mia relativa poca esperienza nel settore è compensata da un’incredibile voglia di imparare e di farmi strada nel mondo. Sono appassionato di letteratura (inglese e americana soprattutto), sport (calcio, tennis, formula 1 e MotoGp), viaggi esotici e scrittura creativa.

Read Previous

Ultim’ora – Barella salta la rifinitura. Recupero difficile

Read Next

Inter-Shakhtar Donetsk, ultime di formazione: che centrocampo sarà?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *