Back in the days – Inter, 12 giornate un anno fa

Si sta parlando in questi giorni della Serie A più bella degli ultimi anni. Molte squadre sono racchiuse davvero in pochi punti, e si ha la sensazione che tutte possano vincere o perdere con tutte. L’Inter, dopo 12 giornate di campionato, si trova seconda ad un solo punto dalla capolista, esattamente come un anno fa.

Il percorso di crescita che sta attraversando l’Inter, che se ne dica, sta dando i proprio frutti. Tralasciando la campagna Champions di quest’anno, davvero disastrosa, non si può che parlare bene del lavoro di Antonio Conte. Nella stagione 2019/2010 ha preso in mano una squadra da 4° posto (a malapena) e l’ha portata in finale di Europa League e ad un solo punto dalla Juventus tritatutto in Serie A. Quest’anno, dopo 12 giornate, la classifica è esattamente identica a quella di un anno fa.

Si perchè in questo istante l’Inter si trova a 27 punti, un solo punto in meno del Milan capolista con 28. Questa classifica è frutto di 8 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta, con 30 gol fatti ma già 15 subiti, numero importante per Conte e per la Serie A in generale.

Nella stagione 2019/2020, invece, l’Inter si trovava si ad un punto dalla capolista, ma in quel momento non era il Milan, ma la nuova Juve di Maurizio Sarri, una squadra che avrebbe dovuto dominare tutta Europa col suo gioco e che invece ha si vinto, ma senza mai convincere. Al tempo, i nerazzurri avevano collezionato 31 punti, frutto di 10 vittorie, un pareggio e una sconfitta. 26 gol fatti e 12 subiti. Dunque più punti, meno gol fatti ma anche meno gol subiti. Quest’anno, l’Inter segna di più, ma subisce anche più gol. Un compromesso necessario.

Da un punto di vista del gioco, quest’anno si è assistito ad alcuni esperimenti e anche a miglioramenti della rosa. L’ingresso in squadra di Hakimi e Vidal, uniti alla maggior partecipazione di Sanchez e Bastoni dovrebbe favorire un gioco più fluido e scelte più ampie.

Il lavoro di Antonio Conte, almeno per quanto riguarda la Serie A, è innegabile. Peccato per la fallimentare campagna Champions, ma si sa che il feeling tra il tecnico leccese e la massima competizione europea non è mai stato dei migliori.

L‘Inter dopo 12 giornate ha gli stessi punti quest’anno rispetto ad un anno fa, e questo non è un caso. Stessi punti e stessa posizione in classifica certificano una maturità finalmente raggiunta, e una squadra che lotterà per vincere fino alla fine.

Luca Reverberi

Laureato Magistrale in Editoria alla Statale di Milano, sogno di diventare un giornalista sportivo e un cronista di viaggio per pubblicazioni periodiche, e per questo ho deciso di intraprendere questa nuova avventura coi ragazzi di Fcinterpress.com. La mia relativa poca esperienza nel settore è compensata da un’incredibile voglia di imparare e di farmi strada nel mondo. Sono appassionato di letteratura (inglese e americana soprattutto), sport (calcio, tennis, formula 1 e MotoGp), viaggi esotici e scrittura creativa.

Read Previous

18 dicembre, esattamente 10 anni fa l’Inter diventava Campione del Mondo

Read Next

Lukaku, infallibile dal dischetto: il rigore al Napoli fa 10 su 10 in maglia Inter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *