Lautaro: “Inter importante per me, voglio continuare così. Messi il migliore”

Parole importanti, quelle rilasciate da Lautaro Martinez sull’Inter, la vittoria della Copa América e…Messi!

Omaggiato dalla sua città natìa, Bahìa Blanca, la punta nerazzurra ha tenuto una conferenza stampa nella sede del club che lo ha lanciato nel grande calcio, l’Atletico Liniers.

“Incredibile la vittoria della Copa América. Resteremo nella storia”

Non potevano certo mancare domande sul recente trionfo in Copa América, ai danni del Brasile per di più. Assoluto protagonista della competizione, El Toro ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Rimarremo nella storia perchè abbiamo raggiunto il successo in un modo incredibile, contro il Brasile padrone di casa. La Coppa si sarebbe dovuta giocare in Argentina, invece ci hanno portato in Brasile.

“Messi il migliore al mondo. Non scorderò mai il primo incontro”

Forte apprezzamento anche per Lionel Messi, di cui Lautaro evidenzia la fame di vittorie:

E’ il miglior giocatore del mondo, è argentino, è nostro, si allena al massimo: è un esempio per tutti. Fa cose che gli altri non fanno. Dobbiamo godercelo e imparare da lui. A vent’anni l’ho incontrato per la prima volta in Nazionale, non scorderò mai quel giorno: vedendolo allenarsi ho pensato che fosse tutto un sogno. Lo abbiamo aiutato, perchè era molto affamato per le finali perse. Per Scaloni è l’unico col posto garantito.

Lautaro e l’Inter: “Quest’anno vissute sensazioni mai provate prima”

Che dire sulla straordinaria stagione disputata con i neo Campioni d’Italia?

Un momento molto importante della mia carriera. Quest’anno ho vissuto momenti incredibili, sensazioni che non avevo mai provato. Con mia moglie e mia figlia sto vivendo sensazioni uniche. E’ ciò che sognavo da bambino. Sono molto felice e soddisfatto della carriera che sto facendo, voglio continuare così imparando dai miei compagni di squadra e da ogni allenatore che avrò. Sono importanti per me.

Marco Curci

Classe 1991. Assiduo spettatore di sport giocato (dal calcio alla pallacanestro, passando per l'atletica leggera e il tiro con l'arco), ne seguo anche i risvolti più prettamente manageriali. Non manca, poi, un occhio rivolto al passato, con la ricerca di grandi atleti e avvenimenti entrati nell'immaginario collettivo.

Read Previous

Inter-Dumfries: Raiola per convincere il PSV

Read Next

Pinamonti: calciomercato, l’Inter lo cede. Empoli in pole, il Cagliari preme

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *