Federico Dimarco e l’Inter: il sogno di un bambino pronto a diventare realtà

Federico Dimarco e l’Inter: il lato umano

Federico Dimarco e l’Inter, un matrimonio rimandato da tanto, troppo tempo.

L’esterno sinistro classe 1997 sembra arrivato finalmente ad un passo dal sogno che aveva fin da bambino: lottare e sudare la maglia neroazzurra.

Io ho fatto tutto il Settore Giovanile qui, sono interista, andavo allo stadio a vedere le partite dell’Inter fin da quando avevo 2 anni. Di sicuro per me questa maglia non è uguale alle altre.

Le sue parole dopo l’amichevole con il Lugano, fanno capire facilmente perché l’Inter non deve e non può privarsi del terzino Milanese.

Federico sa bene cosa vuol dire tifare la “beneamata” , Federico la “pazza Inter” l’ha vissuta sulla sua pelle come tutti noi, Federico aspetta questa occasione da tanti anni e ha fame di Inter.

Il lato tecnico

Per quanto riguarda il lato tecnico si potrebbe elencare una carrellata lunghissima di “nuovi Roberto Carlos”. Si sono avvicendati sulla corsia mancina dell’Inter tanti “flop”, da Alvaro Pereira per finire al più recente Dalbert.

Di Marco è un esterno difensivo mancino dotato di grande corsa, quando accelera nelle sue progressioni palla piede è davvero difficile fermarlo anche perché essendo dotato di grande tecnica sa saltare l’uomo con estrema facilità. È uno di quei giocatori che spesso sa creare la superiorità numerica; nella fase offensiva sa essere sempre imprevedibile potendo partecipare sia con sovrapposizione che giocate con l 1-2 che spesso lo portano sul fondo a crossare  e sfoderare uno dei suoi marchi di fabbrica…il sinistro. Un piede con il quale il giovane Di Marco può davvero fare grandi cose avendo grande precisione e un importante potenza nel tiro dalla lunga distanza. In fase difensiva sa garantire quantità e qualità, mai fuori posizione, bravo nelle diagonali di chiusura e nella lettura dei movimenti avversari.

Capacità che mancano da tempo all’Inter, che si sposano perfettamente con l’ideale di gioco  del nuovo mister Simone Inzaghi dove le fasce sono di fondamentale importanza.

Bentornato Federico la tua gente ti aspetta.

Leggi anche : Valentino Lazaro sul mercato

Gabriele Grossi

Read Previous

Da Salcedo a Satriano: i giovani in cerca di una conferma

Read Next

Inter, il Cagliari apre per Nandez ma non c’è ancora l’accordo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *