Inter, non solo la classifica: ecco perché puoi vincere lo scudetto

L’attuale posizione in classifica non è l’unica ragione per cui l’Inter può davvero puntare a vincere lo scudetto. Ci sono altri motivi. Ora ve li spieghiamo.

 

Oggi, dopo 23 giornate di campionato, l’Inter è prima in classifica con 53 punti, a +4 dal Milan.

Questo dato non sorprende quegli addetti ai lavori che in tempi non sospetti davano i nerazzurri come i favoriti alla vittoria del tricolore. In effetti, la rosa a disposizione di Conte parla da sola. Già l’anno scorso l’undici titolare era di una certa qualità, ma oggi il livello si è alzato grazie ad acquisti come quelli di Hakimi e Vidal.

Se il primo posto sembra non sorprendere, dando uno sguardo alla classifica della stagione precedente dopo 23 giornate, la Beneamata era al secondo posto con 52 punti: rispetto a oggi un punto in meno, ma una posizione in più. L’anno scorso era la Juventus che occupava il gradino più alto del podio.

Proprio la situazione attuale della Juventus favorisce in qualche modo l’Inter. I bianconeri stanno infatti vivendo un periodo di transizione, con l’apprendista Pirlo alla conduzione della squadra. I limiti tecnico-tattici del neoallenatore si sono visti soprattutto negli appuntamenti apparentemente alla portata, come contro Crotone (l’1-1 dell’andata), Verona (1-1) e Benevento (1-1). Inoltre la situazione finanziaria della società, causa Covid, non ha permesso alla Vecchia Signora di rafforzarsi nelle sessione invernale del calciomercato.

 

Insomma, tra la classifica e il momento altalentante della Juventus in campionato, quest’anno l’Inter è nelle condizioni ottimali di vincere uno scudetto che manca da undici anni. Sarebbe una beffa lasciarlo ad altri.

 

 

Leggi anche:

Ultime su Lautaro; la situazione sul rinnovo

Eriksen, il danese sta conquistando sempre di più la maglia nerazzurra: allontanate le voci di Marotta?

Inter, Milan e Juventus non sono morte: una corsa fino a fine stagione

Suning, dopo il discorso di Zhang lo Jiangsu è in vendita: quale sarà la sorte per l’Inter?

Paolo Borrelli

Sono nato a Milano il 24/01/1991 e vivo a San Vito, piccola frazione del Comune di Gaggiano, nel sud ovest dell’hinterland milanese. Sono Laureato in Scienze dei Beni Culturali e in Storia dell’Arte. Essendo appassionato di cultura a 360°, non tralascio ovviamente il calcio, che seguo fin dalla tenera età. Tifo inter dalla stagione 1997/1998, colpito dalle magie di Ronaldo “Il Fenomeno”. Il mio colore preferito è il blu.

Read Previous

Ultime su Lautaro; la situazione sul rinnovo

Read Next

SM- Inter, Bc Partners offre 800 milioni più bonus: la risposta di Zhang

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *