Handanovic: contro il Napoli ci mette la firma, e scaccia le critiche

La vittoria dell’Inter sul Napoli, porta una firma chiara e ben leggibile: quella di Samir Handanovic. Il portiere sloveno, ha chiuso la porta in faccia ai partenopei in più di un occasione. Suggellando il segno zero, sotto la voce gol subiti.

Handanovic ha abituato i tifosi neroazzurri a prestazioni del genere negli ultimi otto anni. Ma in questo avvio di stagione, era stato criticato spesso per prestazioni definite sottotono. Le accuse maggiori riguardavano l’età avanzata. Causa della perdita di quei riflessi, che hanno tenuto in piedi la difesa neroazzurra nel corso degli ultimi anni. In molti erano convinti che il miglior Samir fosse ormai un bel ricordo, tanto da pensare già a un sostituto. Specialmente dopo il match di Cagliari, dove Cragno (uno dei papabili alla sua successione) si era messo in grande mostra con parate provvidenziali.

Ma il numero uno neroazzurro, ha sempre ribadito di continuare a sentirsi in gran forma, e che quando il corpo avrebbe ceduto sarebbe stato il primo a fare un passo indietro. Ma se le sue parole non bastavano, il match di ieri sera ha tolto ogni qual dubbio. Dopo l’1-0, Handanovic ha impedito al Napoli di pareggiare per ben due volte: prima su Politano all’86’ e poi su Di Lorenzo al 90′. Ma anche poco prima del rigore di Lukaku, c’è voluto un suo gran riflesso sul colpo di tacco di Insigne, per impedire agli uomini di Gattuso di passare in vantaggio. E siglare un gol, che avrebbe evidentemente cambiato il corso degli eventi. Infine se è vero che la fortuna aiuta gli audaci, quando Handanovic non avrebbe potuto fare niente, ci ha pensato il suo palo a respingere la conclusione si Petagna.

Insomma il momento per vedere un post Handanovic è sempre più vicino, ma di certo non è oggi…

 

RIMANI COSTANTEMENTE AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DEL MONDO INTER

Matteo Ponciroli

Amante del calcio in ogni sua sfacettatura. Aspirante giornalista e match analyst. Sempre al lavoro per poter raccontare ed analizzare questo sport come professione.

Read Previous

Inter-Napoli: l’analisi tattica della redazione

Read Next

Inter-Napoli, solo un gol. Gli attacchi deludono.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *