Derby, Handanovic salvatore dell’Inter: 3 parate miracolose in 52 secondi

Handanovic è stato uno degli uomini partita nel derby vinto dall’Inter, protagonista di 3 parate miracolose in 52 secondi.

 

Nel derby di ieri pomeriggio abbiamo assistito ad un Handanovic versione ‘paratutto’, lontanissimo parente di quel portiere autore di svarioni a cui ci eravamo tanto abituati.

Contro il Milan l’estremo difensore nerazzurro è tornato quello del passato.

Nel primo tempo Handanovic praticamente non tocca palla. All’inizio della seconda metà di gioco il Milan, sotto di un gol, inizia a prendere possesso della gara, costringendo l’Inter a difendere. Qui Handanovic entra in partita tra il 47′ e il 48′. In soli 52 secondi è lui il vero protagonista con 3 perle.

Prima compie due grandi interventi su due colpi di testa di Ibrahimovic: la prima, bellissima, in tuffo, la seconda su un tiro molto più ravvicinato. Al 48′ neutralizza un tiro di Tonali con un intervento da supereroe.

Con queste miracolose parate Handanovic ha tenuto ancora vivo il derby, per fortuna dell’Inter. Proprio nel momento migliore dei rossoneri, la squadra di Conte riprende a dominare fino a realizzare altri due gol.

Dopo Lautaro è tornato anche Samir. Nelle nostre pagelle si è preso un bell’8.

Questa partita non sa solo di riscatto. Regalandoci queste 3 parate in pochi secondi Handanovic ci ha mostrato proprio nel derby una versione alquanto inedita.

Sembra che il nostro capitano abbia ancora qualcosa da dirci.

 

Voi ricordate una tale successione di interventi in un così breve lasso di tempo da parte del nostro portierone?

 

Leggi anche:

Lautaro e Lukaku schiacciasassi, Inter da lode: e Conte tira una spallata al campionato

Milan-Inter, 0-3: gli highlights della partita

Milan-Inter, la moviola: Doveri arbitra bene un derby tranquillo

Handanovic nel post derby: “È l’Inter più affamata in cui ho giocato”

Conte: “Vittoria sinonimo di crescita costante, ora continuiamo. Eriksen e Perisic? Spesso giudizi affrettati”

Milan-Inter: 0-3, Lukaku e Lautaro stendono il Diavolo

Paolo Borrelli

Sono nato a Milano il 24/01/1991 e vivo a San Vito, piccola frazione del Comune di Gaggiano, nel sud ovest dell’hinterland milanese. Sono Laureato in Scienze dei Beni Culturali e in Storia dell’Arte. Essendo appassionato di cultura a 360°, non tralascio ovviamente il calcio, che seguo fin dalla tenera età. Tifo inter dalla stagione 1997/1998, colpito dalle magie di Ronaldo “Il Fenomeno”. Il mio colore preferito è il blu.

Read Previous

Lautaro e Lukaku schiacciasassi, Inter da lode: e Conte tira una spallata al campionato

Read Next

La LU-LA fa paura! L’Inter abbatte il Milan grazie alla coppia più prolifica della Serie A

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *