Gds- Paradosso cileno: Sanchez e Vidal i due più pagati ma non titolari

La Gazzetta dello sport riguardo alla situazione di Sanchez e Vidal ha scritto che si tratta di “paradosso tutto cileno”. 

I due giocatori sono i due più pagati dell’Inter e non sono titolari: “Nell’Inter i due più pagati della compagnia non sono titolari felici, ma riserve piuttosto scomode”, si legge nella rosea. 

Hanno fatto più rumore fuori che dentro, per motivi diversi. 

Sanchez nei fatti ricopre il ruolo di quarta punta, ma la situazione non “gli garba” e ha contestato per il mancato impiego contro il Sassuolo, prima di partire per il Cile per la pausa nazionale. “La sua lamentela spedita nel mare dei social un minuto dopo la vittoria col Sassuolo ha infastidito i vertici interisti e portato in primo piano la possibilità di una risoluzione già a gennaio, ha scritto la Gazzetta dello sport.  

Riguardo a Vidal si legge: “Arturo, invece, aveva dato segnali di risveglio e, sempre dalla panchina, aveva strappato applausi convinti: certi interventi ruvidi nella rimonta di Reggio Emilia facevano perfino ricordare il Vidal che fu. Poi, però, i vecchi demoni sono riemersi, stavolta sotto forma di un filmato estivo. Un video del cileno alticcio, che fa strambe capriole sulla sua Ferrari, ha fatto il giro del web e messo la società di fronte al solito problema di gestione del centrocampista”. 

Per Sanchez non è da escludere un addio a gennaio con una risoluzione, a meno che non arrivino offerte dal mercato. Vidal non vorrebbe lasciare i compagni a metà stagione e probabilmente chiuderà la sua avventura biennale in nerazzurro, come previsto dal contratto. Bisognerà “evitare gli eccessi fuori e trarre il meglio dal suo agonismo. Sarà la sfida dello staff fino a maggio. Poi addio senza rimpianti” ha detto la rosea.

L’Inter usufruisce sia per Sanchez che per Vidal dei benefici del Decreto Crescita: “i 7 netti di Sanchez costano al lordo 10,5; i 6,5 di Vidal poco più di 9”. Secondo la Gazzetta dello sport eliminare questi due ingaggi sarebbe una cosa gradita alla società, anche perché non sono due giocatori titolari. La rosea sottolinea che “la colonna vertebrale di Inzaghi, formata da Bastoni-Brozovic-Barella-Lautaro ha (per ora) guadagni netti minori dei due e la bizzarria si fa evidente”. 

Se si confrontano gli ingaggi della panchina e quelli dei titolari: Sanchez (7 mln), Vidal (6.5 mln), Vecino (2.5 mln), Gagliardini (1.5 mln), dall’altra Bastoni (4 mln), de Vrij (3.8 mln), Brozovic (3.5 mln), Skriniar (3 mln), Barella (2.5 mln), Lautaro (2.5 mln).

 

Leggi anche: “Corriere dello Sport – Lautaro-Inter: attesa l’ufficialità del rinnovo in nerazzurro

Elena Lisatti

Read Previous

Corriere dello Sport – Lautaro-Inter: attesa l’ufficialità del rinnovo in nerazzurro

Read Next

Tuttosport – Sensi non si arrende: mira la Lazio e si affida ad una sturt-up di monitoraggio infortuni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *